Le Nostre Storie

Storia dell’azienda agrituristica “La Crosticcia”

Storia dell’azienda agrituristica “La Crosticcia”

Le Nostre Storie

Più che un’imprenditrice agricola si considera una “Contadina”. “Perché – dice – la parola racconta le mie radici. Chi sono, i miei valori , ma soprattutto il mio futuro. Non ci può essere avvenire se non teniamo in debita considerazione la storia, le tradizioni, il nostro passato”. Questa è la filosofia di vita di Chiara Vilucchi, proprietaria dell’azienda agrituristica “La Crosticcia” che si trova in località Cozzano, la porta nord di Castiglion Fiorentino. E anche nella scelta del nome dell’azienda ha cercato di rimanere fedele al passato. Infatti, dopo un’accurata ricerca nelle mappe catastali “ho scoperto – aggiunge – che la tenuta dei miei nonni paterni sorgeva nella zona denominata ‘Crosticcia’. Da qui, appunto, il nome della struttura”.

Il passato, dunque, che diventa presente. Perché le tradizioni non sono altro che le “regole” che si trasmettono dai genitori ai figli, per millenni. Un insegnamento, un dono di saggezza che bisogna sia conquistare vivendo a contatto con la natura che custodire con cura. Chiara è anche una giovane donna che, durante il suo cammino di vita, ha lanciato una simbolica sfida al mondo del lavoro. “Ho iniziato quest’avventura nel 2001, prima avevo un altro impiego”. Si perché nonostante le battute di arresto, anche dolorose, si è rimboccata le maniche e ha cominciato a ri-scrivere un nuovo capitolo della sua biografia. E il percorso non è stato semplice. Ci sono voluti 3 anni per ristrutturare l’antico casolare e per allestire il giardino. “Prima al piano terra c’erano le stalle e i granai – racconta – mentre al primo piano si trovava la casa dei miei nonni”. Oggi l’edificio conta due appartamenti, dotati di tutti i comfort, con 8 posti letto. E nella classifica degli agriturismi ha ottenuto il massimo riconoscimento: 3 spighe.
“Nella ristrutturazione abbiamo cercato – continua – di mantenere inalterato lo stile rustico toscano e dove è stato possibile abbiamo anche recuperato gli antichi materiali”. Infatti, per esempio, i vecchi lastroni che componevano il pavimento delle stalle oggi sono stati utilizzati per formare il marciapiede intorno al casolare. “Qui – e lo dice indicando con orgoglio la struttura – vive il mio cuore. Qui sono nata, la prima di due figli. Mio fratello si chiama Giuseppe come il nostro nonno paterno. Qui ho i ricordi più belli, quelli dell’infanzia. Ancora oggi mi rivedo quando giocavo nell’aia sotto gli occhi attenti di mia nonna. Qui sono cresciuta ed oggi, qui, ho ri-costruito il mio futuro”. Il casolare, con la sua ampia piscina, sorge al centro dell’azienda, immerso dal verde argentato degli oltre 1000 olivi e dal verde lussureggiante della vigna. “Il vino che produciamo – puntualizza – lo usiamo all’interno dell’azienda”. Diverso, invece, il discorso per l’olio extravergine d’oliva “La Crosticcia” e per il miele, entrambi prodotti da agricoltura biologica. “La mia famiglia è stata un precursore del biologico.

Mio padre Ezio, sostenuto da mia madre Erica, ha cominciato nel 1982 con la produzione sia dell’olio che con quella del miele. Forse è stato il primo a Castiglion Fiorentino. E di questo ne siamo orgogliosi !” Ed oggi, a 31 anni di distanza, l’etichetta “La Crosticcia” è diventata una realtà sia nel campo dell’olio extravergine d’oliva I.G.P. che del nettare degli insetti operosi. “Abbiamo 3 diversi tipi di miele: millefiori, acacia e castagno che invasiamo personalmente nel nostro laboratorio. Come del resto facciamo anche con l’olio”. E questi straordinari prodotti della terra diventano anche un gustoso e apprezzatissimo “assaggio” di benvenuto per tutti gli ospiti dell’agriturismo “La Crosticcia”, un’oasi di relax e natura. “La possibilità di raccogliere i frutti dell’orto – racconta Chiara – è il regalo più bello che gli potessi fare. Soprattutto amano mangiare i pomodori. Una passata sotto l’acqua e li addentano come se fossero delle mele”. I turisti che decidono di trascorrere le proprie vacanze da Chiara arrivano prevalentemente dal Nord Europa. Belgio ma anche Svezia, Danimarca e Olanda. “Essenzialmente ci scelgono – aggiunge – sia per l’assoluta tranquillità del luogo, i maestosi alberi e i grandi cespugli di fiori fanno da barriera naturale contro il rumore cittadino, che per il rapporto di amicizia che nasce tra di noi. La mia casa e quella dei miei genitori sono sempre aperte, per tutti. Sembriamo, veramente, una grande famiglia. Tant’è che ogni anno i villeggianti si dilettano in cucina preparandoci i loro piatti tipici. E noi ricambiamo con le nostre prelibatezze. Come la porchetta”. Ospiti, dunque, ma anche amici. “Ho visto crescere i loro bambini – afferma – tra di noi è nato un affetto sincero. I bimbi mi mandano i pensierini e i disegni che fanno a scuola ed io contraccambio con le foto della mia vita in azienda”. C’è, quindi, uno scambio osmotico tra di loro. Chiara gli insegna ad assaporare i cibi di una volta, dal sapore antico. E forse loro insegnano all’imprenditrice agricola di vedere con occhi diversi sia i tesori artistici del luogo che le bellezze della natura. “Quasi ogni sera – racconta sorridendo – stanno con il naso all’insù. Rimangono rapiti dal cielo luccicante di stelle. Da loro, così dicono, la volta stellata è meno brillante”. Ma rimangono sedotti anche dal grande e vecchio cipresso che sorge dietro il casale. “E’ stata mia nonna, appena sposata, a piantare alcune pigne, noi le chiamiamo ‘croccole’, nel terreno da cui è nata questa meravigliosa pianta”. La guarda, la sorveglia, la protegge dall’alto. Come avrebbe fatto sua nonna. “Sarebbe orgogliosa di me, di quello che sono riuscita a costruire. Non è stato facile e non lo è tutt’ora. Quando, la sera, rientro a casa sono distrutta dal lavoro ma al contempo sono felice. Chi non vive a contatto con la natura ma soprattutto chi non vive facendo parte della natura non lo può capire fino in fondo”. Sicuramente lo hanno capito i tanti ospiti dell’agriturismo “La Crosticcia” che ogni anno ritornano a Castiglion Fiorentino. Per loro è come ritornare da un vecchio parente, un amico carissimo con cui decidi di trascorrere i momenti più felici della propria vita.

  • Ricerca Struttura
  • Iscriviti alla Newsletter

    Iscriviti
    Nome
    Email*
  • Previsioni Meteo